Ecco la Micro Plastica – L'installazione Micro-Plastica :: Mega-Problema illustra e chiarisce l'origine della micro- plastica e la sua introduzione e diffusione nelle nostre acque, sia dolci che salate. Borse per la spesa, sacchetti di plastica, bottiglie per bevande, contenitori, reti da pesca perdute (le cosiddette "reti fantasma") vengono fatte a pezzi, depositate sui fondali e infine ridotte a piccole particelle dal moto ondoso, creando enormi vortici di immondizia – ecco cos’è la micro plastica. Anche alcuni prodotti cosmetici contengono le cosiddette micro sfere che sono di fatto delle micro plastiche. Pesci, granchi, molluschi, anche balene e altri animali nei fiumi e nei mari scambiano queste particelle di plastica di piccole dimensioni per cibo commestibile e le ingoiano. Con il consumo di questi animali da parte nostra, la micro plastica arriva fino alla catena alimentare umana. La micro plastica è particolarmente pericolosa perché contiene sostanze velenose come insetticidi (DDT), plastificanti cancerogeni (PCB) e altre sostanze chimiche pericolose. Non essendo la micro plastica distinguibile da altri tipi di sedimenti, i nostri impianti di trattamento delle acque non sono in grado di separarla – così si chiude questo cerchio fatale. Sebbene l'Austria, come molti altri paesi europei, sia riconosciuta come un modello negli sforzi per il riciclaggio (tra cui la plastica), questa presentazione artistica della micro plastica mira a imprimere ulteriormente nella mente dei visitatori l'attualità di questa problematica. Dato che la micro plastica rappresenta una preoccupazione crescente a livello globale, questo evento spera di poter fungere da ambasciatore per lo sviluppo di ulteriori iniziative contro i rifiuti di plastica. La micro plastica è già stata identificata come una delle cause della distruzione progressiva dei nostri mari e oceani - la sua portata e gli effetti a lungo termine non sono ancora lontanamente compresi. L'industria della plastica e dell'imballaggio ha riconosciuto il problema e ha iniziato a sviluppare prodotti biodegradabili. Ciò nonostante, ci vorranno anni, se non decenni affinché questi nuovi prodotti siano sufficientemente maturi per un uso più ampio. Nel frattempo, ogni anno circa 20.000 tonnellate di rifiuti di plastica vengono immessi nelle nostre acque - e dal momento che la plastica non si degrada biologicamente, questi rifiuti si concentrano in enormi vortici di immondizia nei nostri oceani. Secondo uno studio delle Nazioni Unite, se non agiamo contro questo processo, entro il 2050 ci saranno nei nostri mari più rifiuti di plastica che pesci... Cosa possiamo fare contro la micro plastica? Evitare - Se possibile, non acquistare prodotti con imballaggi di plastica - Non acquistare prodotti cosmetici contenenti sfere di plastica - Riutilizzare i prodotti di plastica (ad esempio le borse della spesa) Riciclare - Non smaltire i rifiuti di plastica nell’ambiente – riciclarli tramite gli appositi contenitori   di smaltimento rifiuti (separati per quanto riguarda i PET e altri tipi di imballaggio,   sacchetti della spesa) Informare - Diffondere le informazioni sulla micro plastica ai vostri familiari, amici e conoscenti.
Micro-Plastica :: Mega-Problema Come ci finiscono materie plastiche e plastificanti nel nostro cibo?
Festival & Exhibition ‘SOHO in Ottakring’ 04 - 18-Jun-16 - Matteotti Platz 4 - A-1160 Wien
© KeicieArts
Ecco la Micro Plastica – L'installazione Micro-Plastica :: Mega-Problema illustra e chiarisce l'origine della micro-plastica e la sua introduzione e diffusione nelle nostre acque, sia dolci che salate. Borse per la spesa, sacchetti di plastica, bottiglie per bevande, contenitori, reti da pesca perdute (le cosiddette "reti fantasma") vengono fatte a pezzi, depositate sui fondali e infine ridotte a piccole particelle dal moto ondoso, creando enormi vortici di immondizia – ecco cos’è la micro plastica. Anche alcuni prodotti cosmetici contengono le cosiddette micro sfere che sono di fatto delle micro plastiche. Pesci, granchi, molluschi, anche balene e altri animali nei fiumi e nei mari scambiano queste particelle di plastica di piccole dimensioni per cibo commestibile e le ingoiano. Con il consumo di questi animali da parte nostra, la micro plastica arriva fino alla catena alimentare umana. La micro plastica è particolarmente pericolosa perché contiene sostanze velenose come insetticidi (DDT), plastificanti cancerogeni (PCB) e altre sostanze chimiche pericolose. Non essendo la micro plastica distinguibile da altri tipi di sedimenti, i nostri impianti di trattamento delle acque non sono in grado di separarla – così si chiude questo cerchio fatale. Sebbene l'Austria, come molti altri paesi europei, sia riconosciuta come un modello negli sforzi per il riciclaggio (tra cui la plastica), questa presentazione artistica della micro plastica mira a imprimere ulteriormente nella mente dei visitatori l'attualità di questa problematica. Dato che la micro plastica rappresenta una preoccupazione crescente a livello globale, questo evento spera di poter fungere da ambasciatore per lo sviluppo di ulteriori iniziative contro i rifiuti di plastica. La micro plastica è già stata identificata come una delle cause della distruzione progressiva dei nostri mari e oceani - la sua portata e gli effetti a lungo termine non sono ancora lontanamente compresi. L'industria della plastica e dell'imballaggio ha riconosciuto il problema e ha iniziato a sviluppare prodotti biodegradabili. Ciò nonostante, ci vorranno anni, se non decenni affinché questi nuovi prodotti siano sufficientemente maturi per un uso più ampio. Nel frattempo, ogni anno circa 20.000 tonnellate di rifiuti di plastica vengono immessi nelle nostre acque - e dal momento che la plastica non si degrada biologicamente, questi rifiuti si concentrano in enormi vortici di immondizia nei nostri oceani. Secondo uno studio delle Nazioni Unite, se non agiamo contro questo processo, entro il 2050 ci saranno nei nostri mari più rifiuti di plastica che pesci... Cosa possiamo fare contro la micro plastica? Evitare - Se possibile, non acquistare prodotti con imballaggi di plastica - Non acquistare prodotti cosmetici contenenti sfere di plastica - Riutilizzare i prodotti di plastica (ad esempio le borse della spesa) Riciclare - Non smaltire i rifiuti di plastica nell’ambiente – riciclarli tramite gli appositi contenitori   di smaltimento rifiuti (separati per quanto riguarda i PET e altri tipi di imballaggio,   sacchetti della spesa) Informare - Diffondere le informazioni sulla micro plastica ai vostri familiari, amici e conoscenti.
Micro-Plastica :: Mega-Problema Come ci finiscono materie plastiche e plastificanti nel nostro cibo?
4.- 18.06.2016 Matteotti Platz 4 A-1160 Wien